Annunci di Lavoro

Definizione della Linguistica

La Linguistica

La linguistica è lo studio scientifico del linguaggio umano, in Italia si usa anche il termine di glottologia che deve la sua fortuna al fatto che G. Ascoli lo preferì  a quello di linguistica che recentemente è stato però ripreso e ha assunto un' eccezione più ampia e comprensiva di glottologia, intendendosi comunemente con quest' ultima la sola "linguistica comparativa", cioè quel ramo della linguistica che studia, sincronicamente e diacronicamente, i rapporti di parentela tra i vari dialetti, lingue o gruppi di dialetti e di lingue.

La linguistica sincronica è lo studio di un dialetto o di una lingua in un determinato momento della sua evoluzione e può essere: "descrittiva" se si limita a descrivere il sistema linguistico preso in esame; "normativa", che si propone di stabilire le regole e le norme dello scrivere e dello scrivere e del parlare corretti; "strutturale", se studia la struttura o la funzionalità del sistema linguistico.

La linguistica "diacronica" o "storica" è lo studio dei mutamenti che si sono verificati in una lingua o in un dialetto in diversi periodi della sua evoluzione; la la ricerca delle origini dei suoni e delle forme di lingue o gruppi linguistici è compito specifico della "glottogonia".

Lo studio della lingua nella sua estensione spaziale è l'oggetto della "linguistica areale" o "spaziale" o "geografia linguistica" o "geolinguistica"; lo studio dell' aspetto psicologico dell'attività linguistica è l'oggetto della "psicolinguistica"; quello dei rapporti tra società e lingua è l'oggetto della "sociolinguistica".

Andiamo ora a descrivere nel paragrafo successivo quali sono le origini storiche che hanno portato alla nascita fino all' evoluzione della linguistica.

Dove